• Home
  • Attività cliniche
  • Area Psichiatrica
23 gennaio 2019

 

Comunità protetta Doppia Diagnosi: obiettivo

La condizione di comorbidità tra disturbo da uso di sostanze e disturbo psichiatrico comunemente definita "Doppia Diagnosi" rappresenta una sfida e un importante problema di natura socio-sanitaria.
I pazienti affetti da questa tipologia di disturbo presentano una complessità clinica che necessita di un approccio multidisciplinare.
La Comunità Protetta "La Celeste" nasce per dare una risposta riabilitativa a tali problemi.
E' una struttura accreditata dal Servizio Sanitario Nazionale a carattere riabilitativo che interviene attraverso un trattamento integrato, seguendo un approccio bio-psico-sociale.




L'impegno dell'equipe è quello di favorire i processi motivazionali di cambiamento, di mantenimento dell'astinenza e il compenso psicopatologico; in aggiunta, oltre ad attivare le risorse personali del soggetto, si prefigge di collaborare con il territorio (DSM e Servizi per le dipendenze) per favorire l'attivazione della rete territoriale ed implementare livello di autonomia e qualità di vita del paziente.
Aspetto peculiare della CPA per la Doppia Diagnosi La Celeste è la stretta interdipendenza tra clinica e ricerca, la quale aiuta ad implementare le conoscenze su tali problematiche, con importanti e fondamentali ricadute sulla pratica quotidiana.